Che cos’è il LEI?

Il codice LEI in termini semplici

LEI – un numero di identificazione per le persone giuridiche (Legal Entity Identification number).
Un codice di identificazione unico per le aziende che commerciano sui mercati finanziari (con azioni, obbligazioni, futures, cambi, ecc.).
Ogni transazione effettuata sui mercati finanziari è collegata al partner commerciale tramite un numero LEI.
I codici LEI sono utilizzati dalle autorità di regolamentazione per monitorare i mercati finanziari.
I codici LEI collegano i mercati finanziari, le aziende e le autorità di regolamentazione.
I numeri LEI sono emessi da LOU accreditate GLEIF.
GLEIF – Global Legal Entity Identifier Foundation.
NESSUN COMMERCIO SENZA LEI.

I vantaggi di un codice LEI

L’acquisizione dei dati dei clienti è probabilmente il più grande vantaggio del numero LEI. In precedenza, le carte d’identità dovevano essere copiate manualmente e controllate per l’accuratezza, il che era un processo lungo considerando i tempi. Inoltre, erano necessari molti dati per garantire il percorso sicuro di un acquisto di azioni. Il concetto di numerazione LEI porta ad un miglioramento del processo. Con l’aiuto della digitalizzazione dei vari passaggi, oggi è necessario solo un piccolo modulo online. Allo stesso modo, l’aggiornamento, l’estensione e la cancellazione dei dati aziendali sono ora soggetti a un sistema funzionale che può tenere il passo con i mercati finanziari internazionali in rapida evoluzione.

Dati aperti e trasparenti minimizzano il rischio di una transazione finanziaria internazionale. Questo rende facile vedere chi è il partner commerciale e cosa rappresenta. Ciò fornisce una sicurezza che non esisteva in questa forma prima del numero LEI.

APPLICAZIONE

Struttura di un codice LEI

Un numero LEI è standardizzato tramite il certificato ISO 17442. Consiste in una combinazione di 20 cifre e lettere

1. LOU ID

2.0.0

3,Identificatore di entità legale

4.ID di verifica

Le cifre 1-4 indicano sempre l’ID della LOU che ha emesso il LEI.
Le cifre 5-6 hanno sempre il valore 0.
Le cifre/lettere 7-18 sono uniche per ogni entità.
Le cifre 19-20 sono utilizzate per la verifica.

Secondo lo standard, ogni LEI è associato alle seguenti informazioni minime:

Nome ufficiale della persona giuridica con cui è registrata nel registro locale.
Indirizzo registrato della persona giuridica.
Paese di registrazione
Il codice del nome del paese e le sue suddivisioni.
La data della prima assegnazione del LEI; la data dell’ultimo aggiornamento delle informazioni del LEI e la data di scadenza, se applicabile.

I codici LEI si basano sulla creazione di connessioni!

La visione del GLEIF è quella di creare un sistema di numeri di registrazione uniforme per tutte le aziende del mondo. Questo includerebbe identificatori che forniscono dati di riferimento standardizzati e di alta qualità.

“Crediamo che alla fine ci dovrebbe essere un’identità dietro ogni azienda. Avere un LEI aiuterà a raggiungere questo obiettivo”.

GLEIF – Global Legal Entity Identifier Foundation.

1.2.3.4.
LOU ID
5.6.
0.0
7.8.9.10.11.12.13.14.15.16.17.18.
Entity Identifier
19.20.
Verification ID

Contesto storico

Prima dell’introduzione del LEI nel 2012, c’erano già dei numeri che le autorità potevano usare per tracciare i trasferimenti di denaro. Tuttavia, questi numeri potevano essere utilizzati solo per tracciare i trasferimenti di denaro all’interno dei confini di un paese, il che significava che la valutazione del rischio delle transazioni finanziarie internazionali era possibile solo in misura limitata. Questa mancanza di trasparenza ha portato alla crisi finanziaria del 2008, motivo per cui i principali paesi industrializzati ed emergenti hanno deciso di introdurre un sistema uniforme e internazionale al summit del G20 a Pittsburgh nel settembre 2009.

È stato attuato dal Finacial Stability Board, che era stato istituito nella riunione di Londra qualche mese prima. Questa organizzazione supervisiona il sistema finanziario globale. Nel giugno 2014, il GLEIF è stato istituito come organizzazione no-profit dal Financial Stability Board con la missione di promuovere il LEI. Attraverso GLEIF, uomini d’affari, aziende e organizzazioni possono accedere al Global LEI Index. Si tratta di un’importante fonte di dati di alta qualità sulle entità di riferimento. L’accesso ai dati è gratuito. GLEIF è supervisionato dal LEI Regulatory Oversight Committee, i cui membri provengono da tutto il mondo. Di conseguenza, il GLEIF non è affiliato a nessuno stato.

ISO 17442

La norma ISO 17442 definisce una serie di dati con cui la persona giuridica può essere identificata al di là di ogni dubbio. Ogni richiedente deve fornire questi dati. Questi cosiddetti dati di livello 1 includono:

I dati di livello 1 forniscono quindi informazioni precise sul titolare dei diritti

I dati di livello 2 forniscono informazioni sulla relazione tra le società. I dati di livello 2 possono essere presentati solo da società la cui società madre riunisce i bilanci della sua controllata in un unico bilancio (consolidamento). I dati di livello 2 possono essere presentati solo con l’ultimo bilancio congiunto della controllante e della controllata. Così facendo, la società conferma la relazione societaria con la società madre.

La direttiva MiFID II

L’acronimo MiFID sta per Markets in Financial Instrument Directive. Questo regolamento ha lo scopo di proteggere gli investitori, permettere una maggiore concorrenza e armonizzare il mercato finanziario europeo. La direttiva MiFID I è entrata in vigore il 31 gennaio 2007. È stata valida fino al 2 gennaio 2018, quando è stata sostituita dalla nuova direttiva MiFID II. Il termine MiFIR appare spesso in relazione alla MiFID-II. Spesso, i due termini sono scritti come unità MiFID II/MiFIR. MiFIR è l’abbreviazione di Markets in Financial Instruments. È il regolamento associato.

L’implementazione delle nuove linee guida è stata una grande sfida per le aziende. Solo familiarizzare con le 20.000 pagine di regolamenti non era un compito che poteva essere completato in un pomeriggio.

Molti dei regolamenti riguardano la vendita di titoli a clienti privati. Per i clienti commerciali, ha poca importanza. L’unico impatto significativo della MiFID II è sui numeri LEI. A partire dal 3 gennaio 2018, tutti i commercianti che trattano titoli come imprenditori devono avere questo numero.